Cattedrale di Monaco

Cattedrale di Monaco

La Cattedrale di Nostra Signora di Monaco fu edificata sui resti di un'antica basilica romana tra il 1468 e il 1525. È la chiesa più grande della città.

La Cattedrale di Nostra Signora di Monaco (Dom zu Unserer Lieben Frau), anche conosciuta come Frauenkirche, è uno degli edifici gotici più grandi di tutta la Germania.

Uno sguardo sulla cattedrale

La parte esterna della cattedrale è realizzata in mattoni rossi, che dotano la chiesa di un aspetto poco ricercato. Le due torri sovrastate dalle peculiari cupole verdi furono realizzate in un secondo momento.

La maggior parte dell'area interna della cattedrale fu distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale e, per questo, ha un'aspetto abbastanza semplice; tuttavia, vi si conservano ancora alcuni tesori originali come l'altare di Sant'Andrea, alcune vetrate e la tomba dell'imperatore Ludovico IV di Baviera.

Uno dei dettagli più interessanti è la cosiddetta "Impronta del Diavolo", un'orma che, secondo la leggenda, fu lasciata dal diavolo mentre fuggiva dopo aver scoperto di essere stato ingannato dai costruttori della chiesa.

Una cattedrale poco pretenziosa

La Cattedrale di Monaco è una chiesa forse troppo semplice, sia all'esterno che all'interno. Nonostante ciò, visto che è il duomo della città e si trova in pieno centro, è praticamente obbligatorio visitarla.

Orario

Tutti i giorni dalle 7:30 alle 20:30.

Trasporto

Metro: Marienplatz, líinee U3 e U6.
Treno regionale: linee S1, S2, S3, S4, S6, S7, S8, S27, SP1 e SP2.
Autobus: linea 52.